Cinema Multisala Tirreno Cecina - il cinema "digitale" e "3D" a Cecina








The Great Wall

Regia di Zhang Yimou. Un film con Matt DamonTian JingPedro PascalWillem DafoeEddie PengLu HanCast completo Titolo originale: The Great Wall. Genere Storico - USA2016durata 104 minuti. Uscita cinema giovedì 23 febbraio 2017 distribuito da Universal Pictures.


































       
        

        
William e Tovar sono due mercenari europei, in Cina con una missione: recuperare un po' della fantomatica "polvere nera", antenata della polvere da sparo, e portarla in Occidente. I due sopravvivono all'assalto di una creatura sconosciuta di colore verde, di cui conservano un arto reciso. Catturati dalle truppe d'élite dell'esercito cinese, finiscono per combattere al loro fianco contro i mostri verdi, denominati Taotie, che ogni 60 anni minacciano il mondo degli uomini. La Grande Muraglia è stata eretta proprio per cercare di fermarli, con ogni mezzo.

È difficile svincolare The Great Wall dal contesto in cui nasce e dagli intenti che ne caratterizzano chiaramente la genesi. Come molto di quanto Zhang Yimou ha girato negli ultimi venti anni, c'è uno scopo preciso per l'esistenza di The Great Wall, con ingombranti ragioni politiche ed economiche.
La Cina vuole dimostrare al mondo di cosa sia capace e ancora una volta è impossibile non rimanere ammirati di fronte alla magnificenza delle coreografie, all'uso delle comparse per le scene di massa, al ricorso a un 3D dalla vivida e impressionante verosimiglianza. Ma è come se l'industria cinese, che fabbrica a ripetizione blockbuster sempre più costosi, mirasse al superamento di se stessa sul mero piano tecnico, accontentandosi del fatto che a un pubblico che proviene da decenni di negazioni vada bene così. Come qualcuno laggiù comincia a osservare, è altro che manca al cinema commerciale cinese per ambire a un primato che sia tale a tutti i livelli: e non sarà The Great Wall a cambiare le cose, se non (forse) a seguito di un insuccesso al di fuori dei confini patri.



G.    23/02    1 Spettacolo                                   21.30                 
V.    24/02    1 Spettacolo                                   21.30 
S.      25/02    3 Spettacoli                         17.30  19.45  22.00                              
D.    26/02     4 Spettacoli  15.15  17.30  19.45   22.00
L.    27/02     R I P O S O
M.   28/02     1 Spettacolo                                   21.30
Mc. 01/03     1 Spettacolo                                          21.30 




THE GREAT WALL - PRENOTAZIONE BIGLIETTI
THE GREAT WALL - NOME E COGNOME
MAIL
THE GREAT WALL - SPETTACOLI
GIOVEDì 23 21.30
VENERDì 24 21.30
SABATO 25 17.30
SABATO 25 19.45
SABATO 25 22.00
DOMENICA 26 15.15
DOMENICA 26 17.30
DOMENICA 26 19.45
DOMENICA 26 22.00
MARTEDì 28 21.30
MERCOLEDì 01 21.30
THE GREAT WALL - BIGLIETTI
1
2
3
4
                                                                                         
                                                  



Lego Batman



































        
Gotham City. Dopo l'ennesimo successo di Batman contro Joker, il commissario di polizia Jim Gordon lascia l'incarico alla figlia Barbara, che ha intenzione di voltare pagina con la dipendenza di Gotham dal vigilante mascherato. Per dimostrare a tutti di essere insostituibile, Batman imprigiona Joker nella Zona Fantasma, la prigione spaziale in cui Superman relega i peggiori criminali dell'Universo. Peccato che il piano di Joker prevedesse proprio tutto questo...
Nel 2014 The Lego Movie colpì il panorama cinematografico con la violenza di un meteorite.

Uno sforzo apparentemente sovrumano di conciliare le esigenze della computer graphics con quelle del vintage per eccellenza del mondo ludico, i mattoncini Lego, con contorno di ironia dissacrante e celebrazione dei molti brand coinvolti nell'iniziativa.
In pratica la realizzazione del sogno di ogni bambino, quello di creare mondi a catena con un mash up di personaggi di fantasia e realmente esistiti, sotto forma di un film godibile, quando non esaltante. Un cocktail riuscito talmente bene da piacere a bimbi e critici insieme, spingendo firme eccellenti a parlare di rielaborazione crossmediale del linguaggio cinematografico. 
Definire Lego Batman uno spin-off dell'esperienza di The Lego Movie pare riduttivo, già a partire dal commento che il vocione baritonale del Cavaliere Oscuro - Will Arnett nella versione originale, Claudio Santamaria in quella italiana - riserva ai loghi delle case di produzione e distribuzione coinvolte. Perché questo capitolo intende andare addirittura oltre. La sceneggiatura di Grahame-Smith, McKenna e soci gioca con i brand - Warner Bros., DC Comics, Il signore degli anelli, ecc. - per meglio valorizzarli, dimostrando di aver compreso appieno come oggi l'importante sia non prendersi troppo sul serio e mascherare il più possibile la presenza del marketing (Deadpool docet). The Lego Batman lascia solo intravedere il lato commerciale della propria natura, annegandolo in una storia godibile di per sé e contraddistinta da una miriade di riferimenti a serie, film e manie del passato.  




S.    25/02  1 Spettacolo                17.30  
D.   26/02  2 Spettacoli    15.30       17.30                        

LEGO BATMAN - PRENOTAZIONE BIGLIETTI
LEGO BATMAN - NOME E COGNOME
MAIL
LEGO BATMAN - SPETTACOLI
SABATO 25 17.30
DOMENICA 26 15.30
DOMENICA 26 17.30
LEGO BATMAN - BIGLIETTI
1
2
3
4



             


Ballerina

Regia di Eric SummerÉric Warin. Un film con Elle FanningDane DeHaanCarly Rae JepsenShoshana SperlingMaddie ZieglerCast completoTitolo originale: Ballerina. Genere Animazione - FranciaCanada2016durata 89 minuti. Uscita cinema giovedì 16 febbraio 2017


































       
        

        
Félicie sogna di diventare ballerina, Victor si immagina grande inventore. Orfani in Bretagna, fuggono a Parigi per realizzare i loro desideri. Con le nuove avenue del barone Haussmann e la costruzione della torre Eiffel, la Ville Lumière è in piena trasformazione. Entusiasti e ottimisti come la Parigi di fine Ottocento, comprendono presto che per vivere dei propri sogni bisogna impegnarsi molto. Aiutata da un'étoile caduta in disgrazia, Félicie trova in Odette un'insegnante e una guida per disciplinare la sua esuberanza. Tra l'esercizio della danza e il ruolo prestigioso sul palcoscenico dell'Opéra ci sono però Camille, rivale temutissima, e Madame Le Haut, implacabile madre di Camille, pronta a tutto pur di assicurare un ruolo alla figlia ne Lo Schiaccianoci. Ma nella danza come nella vita per riuscire serve il cuore.

Ballerina, produzione franco-canadese, dà ragione a chi crede ancora che il cinema di animazione sia solo intrattenimento per bambini.
Parabola sulla forza della perseveranza, Ballerina cerca un dialogo esclusivo con l'infanzia puntando sul ritmo sfrenato, la peripezia, i capitomboli, la caricatura. Concreto e poco stratificato, il film di Éric Summer ed Éric Warin, va visto con gli occhi di un bambino. Più indirizzato, fin dal titolo, alla sensibilità femminile, Ballerina si regge sulla struttura narrativa del mito dell'orfano perseguitato che deve riscattarsi con un'impresa eroica. Nello specifico, affronta una selezione in classe, si scontra con una rivale e debutta in palcoscenico.
Energia e bellezza della protagonista non possono che coinvolgere i bambini, che sentiranno con forza maggiore i torti subiti dalla loro eroina. Inscritto nel contesto poetico dell'apprendistato artistico, coreografato addirittura da Aurélie Dupont, direttrice del balletto dell'Opéra di Parigi, Ballerina è un film d'avventura (esistenziale) vitale e ottimista che tuttavia non riesce a stimolare la fantasia, a sedimentare e a vivere una propria vita nell'immaginazione dello spettatore.



S.      25/02    1 Spettacolo                                    17.30                              
 
D.    26/02     2 Spettacoli         15.30  17.30 



BALLERINA - PRENOTAZIONE BIGLIETTI
BALLERINA - NOME E COGNOME
MAIL
BALLERINA - SPETTACOLI
SABATO 25 17.30
DOMENICA 26 15.30
DOMENICA 26 17.30
BALLERINA - BIGLIETTI
1
2
3
4
                                                                                         
                                                  



Mamma o Papà? 



































        
Valeria e Nicola sono pronti a divorziare, d'accordo su tutto, e si preparano a comunicare la loro scelta ai tre figli: un adolescente no global, pre-teen incollata allo smartphone e un piccolo nerd, tutti egualmente ostili nei confronti degli imbelli genitori. Ma quando viene accettata la richiesta di Nicola di esercitare la sua professione di ginecologo in Mali per sette mesi e contemporaneamente a Valeria, ingegnere edile, viene offerto un trasferimento in Svezia di analoga durata, quella che era una trattativa civile si trasforma in una lotta all'ultimo sangue non già per ottenere la custodia dei figli, bensì per rifilarla all'altro, e partire verso l'estero in tutta libertà. 
Mamma o Papà non decolla perché rincorre non uno ma due prototipi stranieri (Papa ou Maman e La guerra dei Roses), perdendo di vista la realtà specificamente nazionale. I problemi cominciano in sceneggiatura. Risulta ad esempio difficile capire perché Valeria non possa portare con sé in Svezia i ragazzi per un periodo di meno di un anno, non perché in quanto madre sia automatico che sia lei a prendersi cura della prole, ma perché in Svezia crescere i figli, anche da single, è reso molto più semplice che da noi. I figli, inizialmente villani e strafottenti, si trasformano inspiegabilmente in vittime imbelli non appena inizia la guerra per liberarsi di loro. I personaggi di contorno, fondamentali in una commedia, sono appena accennati e privi di un vero arco narrativo: la coppia degli amici, l'infermiera, il collega di Valeria, l'improbabile giudice sempre disposta a dare ascolto alla coppia (in Italia le consensuali si concordano con l'avvocato, non direttamente con il magistrato). Si salva solo il nuovo boss dell'ingegnera grazie alla bravura istrionica di Carlo Buccirosso, che ci fa (quasi) credere alle contorsioni laocoontiche del suo personaggio.  




G.   23/02   1 Spettacolo                               21.30                   
V.    24/02  1 Spettacolo                                21.30                         
S.    25/02  2 Spettacoli                      19.30  22.00  
D.   26/02  2 Spettacoli                      19.30   21.30                   
L.   27/02  1 Spettacolo                                21.30
M.  28/02  RIPOSO
Mc.01/03  RIPOSO     

MAMMA O PAPA'? - PRENOTAZIONE BIGLIETTI
MAMMA O PAPA'? - NOME E COGNOME
MAIL
MAMMA O PAPA'? - SPETTACOLI
GIOVEDì 23 21.30
VENERDì 24 21.30
SABATO 25 19.30
SABATO 25 22.00
DOMENICA 26 19.30
DOMENICA 26 21.30
LUNEDì 27 21.30
MAMMA O PAPA' - BIGLIETTI
1
2
3
4



             



La La Land
Regia di Damien Chazelle. Un film Da vedere 2016 con Ryan GoslingEmma StoneJ. K. SimmonsFinn WittrockSandra RoskoSonoya Mizuno.Cast completo Genere Commedia - USA2016, durata 126 minuti. Uscita cinema giovedì 26 gennaio 2017 distribuito da 01 Distribution


































       
        

        
Los Angeles. Mia sogna di poter recitare ma intanto, mentre passa da un provino all'altro, serve caffè e cappuccini alle star. Sebastian è un musicista jazz che si guadagna da vivere suonando nei piano bar in cui nessuno si interessa a ciò che propone. I due si scontrano e si incontrano fino a quando nasce un rapporto che è cementato anche dalla comune volontà di realizzare i propri sogni e quindi dal sostegno reciproco. Il successo arriverà ma, insieme ad esso, gli ostacoli che porrà sul percorso della loro relazione.

Damien Chazelle ci aveva lasciato con uno scontro a due su un palcoscenico con in mezzo una batteria su cui grondavano copiose le gocce di sudore. Lo ritroviamo ora in un mondo (quello del musical) dove nessuno suda davvero e in cui tutto avviene con magica fluidità.
Woody Allen in Tutti dicono I Love You fa dire a uno dei personaggi che se si vuole raccontare una storia con la massima libertà creativa il genere da utilizzare è appunto quello del musical. Infatti, così come Woody e Goldie Hawn volavano sulla Senna in quel film, lo stesso fanno Ryan Gosling ed Emma Stone (che Allen lo conosce bene). Con questo però non si deve pensare che Chazelle si limiti a realizzare un film nostalgico o citazionista perché in realtà sa come andare ben oltre i parametri del classico e lo dichiara sin dallo straordinario piano sequenza iniziale. 



Mc. 22/02     1 Spettacolo                                          21.30 
G.    23/02     RISERVATA AL CINEFORUM                
V.    24/02    1 Spettacolo                                   21.30 
S.      25/02   1 Spettacolo                             19.30                              
D.    26/02    1 Spettacolo                 19.30
L.    27/02    R I P O S O
M.   28/02    1 Spettacolo                                   21.30
Mc. 01/03    1 Spettacolo                                          21.30 



LA LA LAND - PRENOTAZIONE BIGLIETTI
LA LA LAND - NOME E COGNOME
MAIL
LA LA LAND - SPETTACOLI
VENERDì 24 21.30
SABATO 25 19.30
DOMENICA 26 19.30
DOMENICA 19 22.00
MARTEDì 28 21.30
MERCOLEDì 01 21.30
LA LA LAND - BIGLIETTI
1
2
3
4
                                                                                         
                                                  


Cinquanta Sfumature di Nero

































     
       

     

Christian e Anastasia, gli amanti che hanno eccitato, a torto o a ragione, i lettori e gli spettatori del mondo intero, ritornano nelle prime immagini realizzate da James Foley. Il seguito attesissimo della saga erotico-romantica di E. L. James si svela pudicamente in un breve teaser sulfureo che cambia regista (e registro) e promette un erotismo più frontale e languido. Girato tra Vancouver e Parigi, Cinquanta sfumature di nero getta ombre fin dal titolo sui sentimenti e sul sesso.
Dakota Johnson, la candida ma facilmente corruttibile Anastasia Steele, e Jamie Dornan, il carnefice charmant Christian Grey, confermano ruolo e carattere dei rispettivi personaggi che non tardano a ritrovarsi e a riaccendersi come testimoniano i baci appassionati di numerose foto del set.

Ma il nuovo episodio non sarà privo di dramma. Il pericolo questa volta arriva da fuori e i due amanti dovranno vedersela con il nuovo capo di Anastasia, deciso a sedurla, e una vecchia e instabile fiamma di Christian, che aggiunge accenti thriller alla saga. A soffiare sul fuoco ci pensa pure Kim Basinger, esperta della dominazione che ha iniziato Christian Grey ancora adolescente alle pratiche del BDSM.
Svezzata dalle note di Joe Cocker e dallo sguardo di Mickey Rourke (9 settimane e mezzo), Kim Basinger è un'altra temibile e biondissima rivale di Anastasia. I numerosi ostacoli piazzati lungo il percorso degli amanti saranno naturalmente superati a colpi di amore, un amore che mette a nudo il loro sentimento e integralmente nudo Jamie Dornan, scoperto nella serie inglese "The Fall - Caccia al serial killer", in cui interpreta un assassino imperturbabile e da cui deriva il bel sembiante inerte. La notizia non è confermata ma l'attore britannico, in un'intervista a "Entertainment Tonight", ammicca in camera e insinua la possibilità. Da copione e da contratto. E al contratto eravamo rimasti, un contratto disatteso perché Anastasia ha sciolto obblighi e lacci bondage. Ma quanto si può resistere a un uomo che ti regala orgasmi multipli e la prima edizione di "Tess dei d'Urbervilles"? Dopo la rottura, Christian torna a cavalcare indomabile, implora una seconda occasione e Anastasia neanche a dirlo 'si concede'. Tra un invito a cena e un giro bollente in ascensore, un bicchiere di vino e il sesso divino, l'eroina scopre che qualcosa nel suo principe è cambiato, si è spezzato. Qualcosa che viene dal passato. 

 
                      
Mc. 22/02     1 Spettacolo                                          21.30 
S.     25/02    1 Spettacolo                                  22.00                                       
D.   26/02    1 Spettacolo                                     22.00  


50 SFUMATURE ... - PRENOTAZIONE BIGLIETTI
50 SFUMATURE ... - NOME E COGNOME
MAIL
50 SFUMATURE ... - SPETTACOLI
MERCOLEDì 22 21.30
SABATO 25 22.00
DOMENICA 26 22.00
50 SFUMATURE ... - BIGLIETTI
1
2
3
4



Assistente di creazione sito web fornito da Vistaprint